Cricetini

I criceti sono animaletti che fanno parte dell’ordine dei roditori e ce ne sono di tantissime razze, circa venti e solo alcune sono molto diffuse come specie addomesticate. Tra i più famosi ci sono il criceto siriano e il nano russo.

Il siriano detto anche criceto dorato è che è stato il primo ad essere allevato, non è molto longevo ed è il più grande tra i criceti (solitamente tra i 15 e 20 cm), il colore del suo manto ha tantissime varianti (rosso, nero, bianco, cannella).

Il nano russo è invece piccino e si distingue in tre sottospecie: il Campbelli che è bravissimo come equilibrista su due zampe, ha infatti la colonna vertebrale più retta rispetto alla razza, il siberiano che è grigio chiaro con una striatura più scusa sul dorso d’estate e diventa tutto bianco (per mimetizzarsi con la neve) d’inverno, l’ultimo tra i famosi criceti domestici è il criceto di Roborowskij (colui che ne scoprì l’esistenza un paio di secoli fa tra Siberia e Mongolia), questo piccolino non supera solitamente i 6 cm , è di colore marroncino con la pancia e coda bianche, è molto socievole e ama la vita di coppia, infatti è generalmente monogamo.

Dopo averne fatto una distinzione per specie ecco cosa unisce tutti questi roditori.
Di natura i criceti sono animali notturni, ma in cattività si abituano ai nostri ritmi anche se è probabile che si sveglino ugualmente di notte per una passeggiatina nella gabbia o per il tipico spuntino di mezzanotte.
A proposito di spuntini: la loro alimentazione è a base di semi, frutta e verdure che sarebbe sempre meglio prediligere rispetto a croccantini o alimenti simili che devono sempre essere presenti nella loro piccola abitazione.

Ovviamente non sono animali da lasciar liberi in casa (se non per poco tempo e sorvegliati), soprattutto perché risulterebbe quasi impossibile ritrovarli data la loro capacità di infilarsi ovunque. Dunque scegliere delle gabbiette o ancor meglio delle teche con un sacco di meravigliosi giochini per non far annoiare i piccoli ospiti. Se avete più criceti dedicate a ciascuno una gabbietta singola, tranne per il criceto Roborowskji.

Be the first to comment

Leave a Reply