La proposta dei farmaci generici ad uso veterinario

Quando uno dei nostri piccoli amici a quattro zampe si ammala è fondamentale portalo da un esperto veterinaio che sarà in grado di capire quale sia il vero problema ed assegnare così i farmaci più appropriati per una completa guarigione. Va detto però che i farmaci per gli animali, molto spesso, rappresentano una grande spesa e, a differenza dei nostri farmaci, per cani e gatti non è possibile acquistare i cosiddetti farmaci generici ad uso veterinaio. In tal caso non è possibile acquistare farmaci a costi contenuti e, quindi, la spesa si presenta molto più elevata; peraltro, va considerato che alcuni farmaci per i gatti ed i cani costano anche oltre il 100% in più rispetto ai corrispettivi umani. Un esempio ben evidente è sicuramenete quello con il gastroprotettore ranitidina, che tutti almeno una votla nella vita hanno assunto nella vita.

 

Se per gli esseri umani questo farmaco è coperto dalla SSN, per i cani ed i gati può costare fino a 16 euro a conferzione. Stessa sorte per il cefalosporine ce ha un costo di oltre 27 euro per il proprietario di un gatto e cane; naturalmente, il padrone deve anche sostenere il costo della visita presso un veterinario che è sempre abbastanza costosa.

 

Ad ogni modo, in Toscana è partita una raccolta di firme grazie alla senatrice Silvana Amati dell’ENPA ed alla sezione toscana del PD con la quale si chiede la possibilità di acquistare medicine generiche  per gli amici a quattro zampe come gatti, gatti e così via. Chissà se anche gli animali riusciranno ad ottenere i farmaci più economici per la cura di malattie comuni.

 

Melody Laurino
Melody Laurino
Articoli: 101

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.