coniglio nataleIl periodo natalizio per il nostro simpatico amico a quattro zampe non è certamente uno dei migliori: alberi che si illuminano ad intermittenza, oggetti estranei alla quotidianità che si presentano per casa e, come se non bastasse, caos da cenoni. Insomma, forse è un po’ troppo per la vita di un piccolo coniglio che, generalmente, si abitua alla vita tranquilla di tutti i giorni e poi, di punto in bianco, si trova catapultato nella frenetica quotidianità delle feste. Ma scopriamo qualcosa di più in merito a ciò che potrebbe infastidire il coniglio!

Ad esempio, alcune piante ornamentali di questo periodo si presentano tossice per gli animali che vivono insieme a noi in casa: nello specifico il coniglio deve esser tenuto lontano da vischio e bacche di agrifoglio giacchè per lui sono velenosi. Ma non è ancora tutto perché anche la famosa stella di Natale potrebbe rappresentare i piccolo pericolo. L’albero di Natale ovvero il pino – a meno che sia stato trattato da pesticidi – è una pianta che non crea problemi e per il suo profumo attira l’assaggio del coniglio.

Attenzione però che non abbiate addobbato il vostro albero con plastiche che potrebbe ingoiare il vostro animaletto o palle di vetro o ancora neve finta. Un’ottima altenativa è quella di mantenere lontano  il coniglietto da questa zona oppure utilizzare materiali naturali come frutta secca, legno o pigne per la decorazione.

Infine, fate attenzione alle carte dei regali che il vostro coniglio potrebbe ingoiare inavvertiatamente e soffocare. Dunque, il più veloce possibile gettate la carta e gli imballaggi così che non vi sarà nessun pericolo per il vostro coniglio.

Lascia un commento