Cibo per criceti

il cibo ideale da dare al tuo criceto

In natura i criceti sono onnivori e hanno bisogno di una dieta molto varia infatti si nutrono di piante, semi, frutta e insetti. Quando sono in casa nella loro gabbietta dipendono da noi e noi dobbiamo nutrirli in modo adeguato con cibo che non deve basarsi solo sui mix di semi che sono troppo grassi e contengono poche proteine e vitamine. Una dieta per criceti equilibrata quotidiana dovrebbe contenere ca 5 gr. di alimento secco come miscele di semi avena, grano, soia, miglio, farro, orzo, mais e girasole. Attenzione a non dare troppa quantità di semi di girasole, e non esclusivamente quelli ma mixarli con altri semi perché sono molto grassi possono imbruttire il pelo e creare problemi di obesità.Poi 20 gr. di alimenti fresco come verdura e frutta ma attenzione mai fredde di frigorifero, 10 gr. di alimento proteico come formaggio, carne, uovo sodo e a volte si può dare anche  2-3 ml di latte.Altri alimenti da dare al criceto sono anche cornflakes senza zucchero e pane secco che li aiuta anche a mantenere la giusta lunghezza dei denti.

Alimenti che invece sono vietati assolutamente sono cibi dolci e appiccicosi, cioccolato, ed è meglio evitare anche talune verdure e foglie come  asparagi Belladonna, cavoli, cavolfiori,cicuta, cipolle, fagioli , alloro (foglie) ligustro,patate (germogli) pomodori (picciolo) quercia (foglie) ranuncolo,ravanelli ,sambuco.

Il criceto può bere acqua non gassata a temperatura ambiente ma meglio non acqua di rubinetto perchè contiene troppo calcio e succhi di frutta naturali senza zucchero e conservanti.

Ricordarsi che la sua dispensa va controllata ogni giorno e bisogna eliminare il cibo ammuffito mentre cibo fresco e deteriorabile va cambiato ogni giorno;il cibo secco invece va cambiato una volta alla settimana; il beverino per l’acqua deve essere lavato ogni giorno con acqua calda e riempito di acqua naturale a temperatura ambiente e per i succhi di frutta va utilizzato un beverino apposito e non lo stesso per l’acqua e va cambiato dopo qualche ora.

Essendo prevalentemente animali notturni, è bene approfittare per fornire loro il cibo nelle ore serali, togliendo i resti di frutta o verdura del giorno passato. Semi e mangime secchi vanno aggiunti solo quando quello precedente è stato consumato poiché se cambiamo ogni giorno la sua razione, sarebbe indotto a mangiare solo i semi che gradisce di più come i semi di girasole, nuocendo così alla sua salute.E’ bene comunque lasciare sempre la sua vaschetta dei semi piena, per evitare uno stress all’animale che ama mettere via il cibo per quando andrà in letargo.

Leave a Reply