Garantire al proprio amico a quattro zampe un ambiente sempre pulito e sano è possibile e ciò dipende fondamentalmente anche da noi: difatti, sarà proprio il nostro compito quello di pulire la lettiera ed offrire così al micio uno spazio pulito e fresco, dove potrà espletare i propri bisogni fisici. Proprio come noi, anche i mici non gradinoscono i cattivi odori e quindi non potremo certamente non soddisfare la sua esigenza di pulizia. Con alcune attenzioni sarà possibile realizzare un ambiente ottimo per il gatto e, soprattutto, si potrà convivere senza alcuna mancanza di igiene.

Per prima cosa, sarà indispensabile equipaggiarsi con un bel paio di guanti: in questo modo, non si entrerà in diretto contatto con la pipì e gli escrementi del micio. Quindi, svuotate la cassetta in una busta dei rifiuti ed eliminate con la paletta gli eventuali residui che si possono esser attaccati sul fondo della lettiera.  Dopodiché, lavate la cassetta nella vasca con un detergente e rimuovete gli eventuali residui di sabbia; procuratevi anche una spugnetta ruvida che potrà tornarvi utile per risciacquare.

Successivamente, preoccupatevi di  asciugare con della carta assorbente la lettiera e disponete sul fondo della stessa del bicarbonato, utile ad assorbire gli odori. Proseguite poi con la sabbietta che utilizzate, disponendo circa 3 centimetri di prodotto: in questo modo, il gatto avrà anche l’opportunità di scavare e sotterare i suoi escrementi. Ricordatevi, comunque, di effettuare la pulizia approfondita ogni settimana, mentre che l’eliminazione degli escrementi è da farsi il prima possibile con la sostituzione della lettiera fatta ogni due giorni circa. Infine, ricordatevi di non spostare mai la lettiera dal luogo in cui si trova di consuetudine, giacché è un animale abitudinario ed onde evitare spregevoli sorprese è meglio non spostarla

Lascia un commento