Affezionarsi ad un animale domestico

Nello spazio domestico delle famiglie italiane trova spesso posto un animale domestico a quattro zampe. Di solito quando si deve scegliere quale animaletto dovrebbe farci compagnia, la preferenza ricade su cani e gatti, eppure non mancano le eccezioni a questa regola.
Non sono poche le abitazioni in cui si segnala la presenza di altri animali meno comuni come:

  • pappagalli
  • canarini
  • pesci rossi
  • criceti
  • conigli nani
  • tartarughe

Anche se siamo consapevoli che un qualunque animale mantenuto in casa comporta un impegno pieno, poiché bisognerà accudirlo e nutrirlo adeguatamente concedendogli il suo spazio e dedicandogli le giuste attenzioni, in cambio può offrire ai propri padroni tanti vantaggi, primi tra tutti: la gioia, compagnia, vitalità, affetto e gratitudine.
La presenza in casa di un animale porta diversi benefici soprattutto per i bambini, i quali riescono ad instaurare fin da piccoli un rapporto di affezione con il proprio animale fatto di giochi e condivisione degli spazi e delle esperienze. Giocare con un cucciolo ha diversi aspetti vantaggiosi: stimola la fantasia e la curiosità del bambino con ricadute benefiche sullo stesso apprendimento, sullo sviluppo delle capacità comunicative e relazionali, oltre a promuovere un più profondo senso di responsabilità e di amore, essenziali per la sua crescita.
Il legame simbiotico tra uomo-animale domestico, come evidenziato da diversi studi, porterebbe dei benefici al benessere generale, in particolare si sono riscontrati effetti positivi sullo stato di salute fisica e sul piano emotivo. Questi risultati hanno aperto alla sperimentazione della Pet-Terapy, ossia al contatto diretto con gli animali a scopo terapeutico, finalizzato a socializzare, sviluppare abilità, ma anche per stimolare le emozioni. Tali programmi educativi, che prevedono un’assistenza con animali, trovano applicazione in vari ambiti, tra cui:

  • le cooperative per diversamente abili
  • le scuole
  • le strutture residenziali per anziani
  • gli spazi di riabilitazione
  • gli ospedali pediatrici

In ambito medico sono state condotte delle ricerche che hanno dimostrato i vantaggi della convivenza domestica tra uomo-animale, secondo queste indagini accarezzare un cane oppure un gatto con costanza permette di prevenire le malattie cardiache (infarto ed ictus), in quanto si abbassa la frequenza cardiaca e la respirazione diventa più lenta e profonda, consentendo la diminuizione della pressione sanguigna. La presenza in casa di un animale da compagnia avrebbe anche implicazioni sui livelli di trigliceridi e di colesterolo cattivo che si attesterebbero su valori più bassi nei proprietari di animali rispetto a chi non ne ha.
Chi ama gli animali riesce ad instaurare facilmente un legame affettivo con il proprio amico, tanto da considerarlo alla pari di un membro di famiglia da curare e viziare con cibi di qualità e salutari, da intrattenerlo con giochini e da sottoporre a regolari visite veterinarie. Dopo anni di vita passati insieme con il proprio cane o gatto è difficile dirgli addio, per affrontare questo lutto è diventata una pratica diffusa anche in Italia quella di celebrare funerali per animali. Dire addio al proprio animale domestico come si fa con qualsiasi altro membro della famiglia è diventata una consuetudine che non appare tanto insolita. Da qualche tempo è possibile contattare delle agenzie funebri specializzate in funerali per animali che mettono a disposizione alcuni servizi per celebrare un funerale specifico per loro, dallo svolgimento del tutto simile a quello di un normale funerale e offrendo la possibilità di tumulazione in un apposito cimitero in cui seppellire i propri amichetti a quattro zampe o di conservare le ceneri del proprio animaletto altrove



Be the first to comment

Leave a Reply