L’animale domestico che più è capace di affetto verso gli umani è senza dubbio il cane. Tutti conosciamo la sua fedeltà verso chi lo accoglie nella sua casa e, in cambio di un poco di cibo, sa rendersi utile in mille modi. E’ il guardiano per eccellenza e non gradisce intrusioni indesiderate, ma è anche un allegro compagno di giochi che sa rallegrare piccoli e grandi ed è soprattutto un amico che sa accoccolarsi accanto ai “suoi umani” e pare consolarli quando sono tristi o gioire con loro quando sono felici.
Se il cane sa far sentire sempre la sua presenza perché il suo istinto è quello di animale sociale, molto più discreto è il gatto, anche lui tra gli animali domestici più amati. Sornione e pigro, pare indifferente a ciò che gli accade attorno, ma in realtà non è così, e lo sanno bene i padroni che si vedono accogliere a casa con fusa e miagolii: il suo modo di dare il bentornato.
Seppure le sue effusioni non siano calorose ed entusiaste quanto quelle dei cani, è comunque una presenza concreta che sa acciambellarsi vicino ai suoi umani, come per per dire – Ehi, ci sono anch’io, non dimenticatevene!
Chi invece ha poco spazio a disposizione spesso opta per altri animaletti domestici, come ad esempio i criceti, piccoli roditori che abbisognano di poche cure e che si accontentano dello spazio della loro gabbietta. Ma c’è anche sceglie il coniglio, timido e schivo, che sa però farsi apprezzare dagli umani che riconosce e ammira, ma non finisce qui perché la schiera degli animali domestici annovera anche molte altre specie.
Chi adora una compagnia “sonora” può ospitare nella propria casa i coloratissimi canarini, oppure dei chiacchieroni come pappagalli e merli indiani e tante altre specie di uccelli.
Se invece si preferiscono i pesci, ecco gli acquari e, non si creda che essi non sappiano riconoscere i loro umani, perché non è affatto vero e lo stesso vale per le longeve tartarughe, sia di terra che acquatiche, che apprezzano a modo loro chi le nutre.

Lascia un commento