Il Pastore tedesco

Il Pastore tedesco è chiamato anche Pastore alsaziano poiché durante il periodo della prima guerra mondiale i Paesi che erano in guerra evitavano di fare riferimento ai nemici, dunque per non chiamare il cane “tedesco” si è iniziato a chiamarlo “alsaziano” e ancora oggi anche se raramente questo nome viene utilizzato. È un cane sicuro di sì, tranquillo ed equilibrato.

Il carattere di questo cane è molto versatile, infatti è un cane molto ubbidiente, capisce molto ed è intelligente, per questo non di rado è impiegato da Protezione Civile e Forze dell’Ordine. È inoltre un cane molto docile e per questo viene affiancato anche alle persone non vedenti.
Per un’educazione non particolarmente indirizzata ad un obiettivo è semplice riuscire ad insegnare ai cani Pastori tedeschi tutti i comandi basilari per riuscire a gestire il cane, ovviamente se si inizia quando il cane è cucciolo il percorso di educazione diventa sicuramente più semplice e graduale.

L’aspetto fisico del cane pastore tedesco è riconosciuto da tutti, la taglia media, il muso allungato, il corpo muscoloso e armonioso. Gli occhi sono molto scuri, le orecchie erette, il naso dritto ed il tartufo nero. Solitamente pesa tra i 30 ed i 40 kg l’esemplare maschio, mentre la femmina del pastore tedesco è tra i 20 ed i 32 kg. Le colorazioni variano sulle tonalità del nero e del color sabbia, l’unica macchia bianca ammessa è quella sullo sterno.

Lascia un commento