gattoaSi sa e ci sono anche numerosi detti popolari sul fatto che i gatti non amano l’acqua e quando piove stanno dentro, ma è davvero così?
Questo è un mito da sfatare, perchè è anche vero che come tutti gli animali per istinto anche i gatti se si trovano nell’acqua sanno nuotare, ed è anche vero che alcune persone fanno il bagno al gatto.
Allora come ci si deve comportare quando si ha un gatto in questo ambito?
Non tutti i gatti fanno storie per fare il bagno o se vengono sfiorati da degli schizzi di acqua.

Ci sono addirittura delle  razze di gatti come il Turco Van che hanno ereditato addirittura l’amore per l’acqua. Gli antenati  selvatici del Van, infatti, si immergevano nel lago Van, per combattere il caldo estivo insopportabile.
Molte razze di gatti domestici, non amano l’acqua perché dal momento in cui sono entrati nelle nostre case sino dalla preistoria sono stati protetti dalla pioggia e dal contatto con l’acqua.

Anche altri felini  come i leoni e i leopardi, però evitano  di immergersi nelle acque ma uesto per timore dei coccodrilli. Altre specie  , invece, fanno   il bagno per combattere il caldo o per cacciare il pesce.
Quindi è una questione anche di abitudini e di sopravvivenza.

Anche se i nostri mici di casa  non amano  l’acqua, ne sono spesso attratti sia da quella nella ciotola o all’acqua che scorre giù dal rubinetto o da  fontane.
La fontana per gatti  li spinge a bere di più perché i mici in realtà sono attratti dall’acqua corrente,  limpida e fresca,  come fosse un ruscello.

Allora si deve fare il bagno al micio o no? I gatti di solito si fanno da soli l’ igiene personale e quindi non serve fargli il bagno. Tuttavia, se il gatto fosse molto sporco ed diventa necessario fargli il bagno, sarebbe meglio che fosse abituato sin da piccolo,  altrimenti potrebbe rifiutarsi e anche graffiarvi e  schizzare dappertutto.

se lo si abitua fino da cucciolo, bisogna metterlo in una vaschetta vuota o nel lavandino, parlandogli con dolcezza e  tono rassicurante e  bagnargli pian piano il pelo con un panno umido e bagnato a temperatura ambiente e poi bisogna solo inumidire il pelo, non bagnarlo . Se il gatto si dimostra   a suo agio, si può  versare poca altra acqua  molto lentamente, insaponarlo con poco shampoo diluito specifico per gatti , poi risciacquarlo piano piano più di una volta e asciugarlo delicatamente con un panno morbido dicendogli che è stato bravo.

In alternativa esiste anche lo shampoo secco…!!

Lascia un commento