Le gabbie dei canarini

gabbie per i canariniDimensioni

La prima cosa che si deve fare quando si decide di tenere degli uccellini in casa è quella di acquistare la gabbietta. Questa deve avere le dimensioni necessarie da consentire al canarino di spiccare il volo quando ne abbia voglia. Le dimensioni della gabbietta, ovviamente, variano anche in base al numero di canarini da tenerci all’interno. Generalmente le voliere dei canarini sono rettangolari ed hanno sbarre verticali. Le gabbiette tonde o cilindriche sono sconsigliate in quanto possono creare problemi di orientamento al canarino. Una gabbia standard per un canarino è larga 60 centimetri, alta 40 e profonda 40. Solitamente sono costruite in metallo mentre il fondo è in plastica e, per agevolare la pulizia quotidiana, è estraibile. Sul davanti e sui lati devono esserci le apposite porticine che consentono l’applicazione dei mangiatoi e dei beverini. Il fondo della gabbia va foderato con della carta assorbente e va cambiata tutti i giorni. Per mantenere in salute il canarino è indispensabile lavare e disinfettare la gabbia (e tutti i suoi accessori) almeno una volta ogni settimana.

Accessori

Come dicevamo prima, la prima cosa da fare è procedere all’acquisto della gabbia adatta, ma non solo, infatti bisogna acquistare anche tutti gli accessori. Quelli indispensabili sono le mangiatoie e i beverini. Le mangiatoie vanno scelte esterne per lasciare libero lo spazio di volo del canarino. Quelle in plastica sono più comode e facili da pulire. I beverini (si consigliano in plastica anche questi) sono di forma cilindrica, vanno tenuti sempre puliti e devono contenere sempe acqua fresca. Altri accessori ritenuti fondamentali sono i posatoi, quei bastoncini dove i canarini possano appollaiarsi tra un volo e l’altro. Il numero massimo di posatoi dovrebbe essere 4. Di solito sono in plastica ma si trovano anche di legno. I posatoi devono essere messi ad altezze diverse.
Gli accessori, ed il resto della gabbia, vanno lavati e disinfettati almeno una volta a settimana.
Nel periodo degli accoppiamenti è necesario inserire nella gabbia un nido per dar modo alla femmina di deporre le uova. I nidi si trovano molto facilmente in qualsiasi negozio dove vendono articoli per animali, sono dei piccoli cestini in vimini poggiati su un porta-nido in ferro.
Un altro accessorio molto importante è la vaschetta destinata al bagnetto. Il canarino è un animale molto pulito e si lava ogni giorno. Ovviamente l’acqua della vaschetta va cambiata una volta al giorno.
Indispensabili sono anche le zanzariere attorno alla gabbia che proteggono il canarino dalle zanzare che, mordendolo, possono trasmettere molte malattie e a volte risultano anche letali.
Un altro accessorio è l’osso di seppia. Va appeso al soffitto della gabbia con uno spago. Serve per la pulizia del becco.

Disposizione

Il posizionamento della gabbietta è un elemento importantissimo per la salute del canarino. Va posizionata in un luogo riparato e asciutto, dove non ci siano correnti d’aria e nemmeno umidità.
Vanno molto bene balconi o verande, però in un punto riparato. Nel caso non si possa mettere la gabbiatta altrove e si debba tenere in casa, evitare di metterla in bagno perché è un ambiente troppo umido. Nemmeno la cucina va bene in quanto i fumi dei fornelli potrebbero risultare tossici per il canarino. Si consiglia di posizionare la gabbia vicino ad una finestra che non sia utilizzata molto spesso onde evitare di stressare l’animale in seguito alla continua apertura e chiusura delle finestre.
Di notte si può coprire la gabbia con un panno scuro così il canarino non verrà disturbato dalle luci della città. Se la gabbia viene messa all’esterno deve essere sempre al riparo dal sole diretto che potrebbe morire per il troppo calore.

Lascia un commento