A differenza di quanto si può denotare con un gratto o un cane, quando il coniglio non mangia da mezza giornata è già grave e dunque è necessario portare immediatamente il proprio piccolo amico da un veterinaio che possa visitarlo e capire quale sia la patologia del caso.  Oggi vogliamo parlarvi di alcune tra le più comuni pologie di cui possono soffrire questi piccoli batuffoli morbidi!

Tra le prima malattie di cui vogliamo parlarvi vediamo la mixomatosi e malattia emorragica: in tal caso, per entrambe le malattie esiste un vaccino e quindi e necessario farglielo fare al proprio animale. Ad ogni modo, vi accorgerete che il vostro coniglio soffre di mixomatosi nel caso in cui si vengono a formare dei noduli intorno all’occhio, naso e a volte genitali. Dagli stessi trasuda un secreto emorragico purulento e il coniglio avrà difficoltà a respisare. Nel caso della malattia emorragica è il caso di dire che questa porta alla morte certa del coniglio, poiché a volte si vengono a formare delle emorragie interne fatali per il piccolo animale.

Un’altra malattia dei coniglio è l’encefalitozoonosi  che è causata da un parassita che provoca sintomi come la cecità, l’urinazione marcata, il nistagmo verticale, la paralisi del treno posteriore e la testa ruotata. Purtroppo non esiste una terapia per l’encefalitozoonosi ed altri conigli possono anche esser contagiati.

Parliamo di un’altra malattia ovvero la malocclusione dentale che in pratica è data dalla continua crescita dei denti dei conigli, che devono esser tenuti sempre sotto controllo dando ai propri animali qualcosa da rosicchiare quotidianamente. In alcuni casi questo problema di salute può portare al perforamento della lingua e delle guance se non preso in tempo e sarà possibile accorgersi di qualche problema per via dell’eccessive sbavature o feci più piccole.

Lascia un commento